.
Annunci online

 
questionedigenere 
...prospettive femminili
<%if foto<>"0" then%>
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  myspace
dustinthewind69
  cerca

 

 



le ragioni&la pazienza
del ragno...
 


Questo blog non rappresenta una testata
giornalistica. Viene aggiornato
senza alcuna periodicità. Non può
considerarsi un prodotto
editoriale ai sensi della legge n°62
del 7.03.2001.

Le immagini inserite
in questo blog sono
tratte in massima parte
da Internet; qualora la
loro pubblicazione
violasse eventuali diritti
d'autore, vogliate
comunicarlo e saranno
rimosse.



su

myspace.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Diario | cassandra | segnalazioni | gossip di genere | incontri | sul mio comodino | ritratti di donne napoletane |
 
cassandra
1visite.

12 settembre 2008

prostituzione e ministri

 

Ogni volta si torna indietro. A volte un passo, a volte una voragine.

La prostituzione è reato, lo ha affermato il Ministro alle Pari Opportunità. Non l’adescamento è reato. La prostituzione. Digressioni sulla proprietà del corpo sono decisamente superflui.

Non sono superflui i discorsi che riguardano lo schiavismo e lo sfruttamento, ma anche la libertà individuale di scelta. Può essere una scelta che non ci piace, ma è una scelta. La libertà a volte può dare la nausea.

Non si torna mai a parlare di sfruttatori: limitatori di libertà, schiavisti, assassini pericolosi delle scelte individuali. Se non quando delle vite stesse.
E' sempre più facile condannare il più debole.




permalink | inviato da questionedigenere il 12/9/2008 alle 19:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

8 dicembre 2007

una madre e il nucleare

 

Sai cosa ho fatto quando sei nato?
Come prima cosa ho contato le tue dita
E sai perche'?
Perche' avevo paura delle radiazioni
Ricordati che tuo nonno era ad Hiroshima nel 1945.
Stava tagliando l'erba per i conigli quando la bomba atomica e' stata
lanciata.
Non ha avuto il tempo di capire cosa stava succedendo ed ha perso conoscenza
Quando rinvenne c'era l'inferno
Soffriva terribilmente per le ustioni ma delle persone lo soccorsero
Era preoccupato che le radiazioni potessero trasmettersi ai suoi figli e
nipoti.
Ho incontrato una donna, una volta, che era la figlia di un superstite della
bomba atomica di Nagasaki
E mi disse che suo figlio era nato con tre sole dita
Abbiamo pianto insieme
Chi puo' assicurare che non ci sara' alcuna conseguenza dalle radiazioni
sulle generazioni future?
Soltanto i guerrafondai, non certo medici e scienziati.
Tu, figlio mio, hai un problema ai reni da quando sei nato
Mi hai chiesto perche' non potessi giocare a calcio come i tuoi amici
Nessuno sa se sia una conseguenza delle radiazioni
Hai iniziato a fumare, ma il tuo stato di salute e' preoccupante.
Il tuo corpo ti appartiene, senza dubbio, ma non e' soltanto tuo.
E' bello che tu ami la musica e la vita.
Ma sai cosa succede nel mondo?
Per fortuna, il numero di armi nucleari e' stato ridotto.
Ma ci sono delle persone che stanno cercando di crearne di nuove.
Ed e' per questo che spero che tu voglia sapere cosa succede nel mondo e che
pensi al futuro.
Cerca solo di ricordarti una cosa:
Tuo nonno sperava che il mondo fosse un luogo di pace ed armonia
Ci ha lasciato le sue volonta' in silenzio
Pensiamo a quello che possiamo fare per il nostro futuro
Siamo sicuramente piccoli, ma e' possibile che le cose cambino
Quello di cui abbiamo bisogno non sono le armi, ma la nostra saggezza e la
cooperazione
Da parte di tutti.




KAZUYO YAMANE: AL MIO AMATO FIGLIO




permalink | inviato da questionedigenere il 8/12/2007 alle 13:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre